Sci, trekking, cicloturismo, snorkeling, surf e tante altre meravigliose attività. Spesso però capita di non avere l’abbigliamento giusto o l’attrezzatura necessaria. E allora? Comprare tutto nuovo di zecca può essere dispendioso, ma è proprio necessario? E se, invece, si potesse prendere quello che serve a noleggio oppure comprarlo usato?

Prima di pensare a queste due possibilità, chiedi ad amici e parenti se hanno qualcosa da prestarti. In genere, per esperienza, si riesce a recuperare qualcosa, fosse anche un cappello, occhiali da sci, una felpa o uno zaino.

Fatta questa verifica iniziale, puoi considerare il noleggio, specie se si tratta di attività che svolgi sporadicamente, oppure puoi comprare di seconda mano.

Noleggio di abbigliamento e attrezzatura sportiva

Noleggiare attrezzatura sportiva è abbastanza diffuso nel nostro Paese soprattutto per quanto riguarda gli sport di montagna. Se ami lo sci ne sai qualcosa. Più difficile è noleggiare abbigliamento tecnico/sportivo. Cosa più semplice da farsi negli Stati Uniti, in Germania o in Svezia.

Comunque, in generale, secondo il Circular Fashion Index2022 soltanto il 2% dei principali marchi di moda globali offre servizi di noleggio. Insomma, siamo ancora agli inizi.

Eppure, il noleggio è parte dei modelli di business e di consumo circolari ed è una delle attività indicate dall’Ue nella Strategia per i prodotti tessili sostenibili e circolari. Infatti, noleggiare, invece che acquistare, contribuisce alla riduzione della produzione di nuovi capi di abbigliamento, scarpe e accessori.

Quindi, in futuro vedremo sempre più imprese del settore moda, incluso dell’abbigliamento tecnico/sportivo, offrire anche questo tipo di servizio.

In questo senso, una indicazione arriva dal colosso dell’abbigliamento sportivo Decathlon che in Francia sta sperimentando il noleggio dell’abbigliamento insieme alle attrezzature sportive. E in Italia?

Il noleggio con Decathlon

In Italia Decathlon ha avviato il noleggio della sola attrezzatura sportiva. Comprende 16 sport differenti, dallo sci al sup, inclusa l’attrezzatura necessaria per fare campeggio. Il noleggio può andare da un giorno fino a una intera stagione.

Il servizio è disponibile sul sito Decathlon Rent e il ritiro in oltre 200 punti vendita Decathlon o attraverso i negozi partner situati in varie località turistiche. Per formalizzare il noleggio è richiesto un acconto del 20% da pagare online e il saldo al ritiro in negozio.

In alternativa, puoi noleggiare le attrezzature sportive anche presso i negozi Decathlon autorizzati.

Il noleggio con DressYouCan

Riguardo al noleggio dell’abbigliamento tecnico sportivo, purtroppo, come ti dicevo siamo molto indietro. Tuttavia, con DressYouCan, piattaforma specializzata nell’affitto di abiti da cerimonia, potresti trovare quello che ti serve nella categoria “sport”. Il noleggio con DressYouCan ha una durata di 4 giorni, una soluzione perfetta per un fine settimana.

Cosa puoi noleggiare con DressYouCan? Articoli di vario genere: tute e pantaloni da sci e da escursione, racchette da tennis e padel.  La sezione “sport”, nel momento in cui sto scrivendo,  non è particolarmente fornita, ma vale la pena darci un’occhiata.

Abbigliamento e attrezzature sportive usate

Riguardo all’abbigliamento e attrezzature sportive di seconda mano hai diverse possibilità di scelta. Ci sono i negozi e piattaforme ben fornite. Ti do alcuni suggerimenti su dove andare a cercare, a partire dal sito Decathlon di rivendita dell’usato fino a subito e eBay.

Ad ogni modo, considera che comprare di seconda mano richiede tempo e pazienza. Infatti, non è detto che troverai quello che cerchi al primo colpo. Quindi, non avere fretta.

Decathlon second-hand

Oltre al noleggio delle attrezzature sportive, Decathlon rivende anche articoli di seconda mano. Sul sito Decathlon second-hand  tutti gli sport sono compresi, yoga, ciclismo, sci, danza, surf, tanto per citarne alcuni. Non devi fare altro che selezionare lo sport che ti interessa e la tua località. Se hai trovato quello che ti serve dovrai acquistare e ritirare l’articolo nel negozio che lo ha disponibile. Quindi non c’è nessun pagamento online o consegna al domicilio.

Mercatopoli

Altra soluzione che ti suggerisco è Mercatopoli, un network di punti vendita fisici specializzati nella vendita di indumenti, attrezzature, oggetti, accessori di vario genere.

Dal sito puoi trovare il negozio più vicino a te e nella sezione “articoli sportivi” verificare la disponibilità di abbigliamento, accessori e attrezzature sportive per grandi e bambini. Puoi anche acquistare attraverso l’e-shop di Mercatopoli.

Altre possibilità: da Humana vintage a eBay

Per l’acquisto di abbigliamento sportivo di seconda mano, puoi rivolgerti direttamente ai negozi dell’usato, spesso sono forniti anche di articoli sportivi che possono adattarsi alle tue esigenze.

Ad esempio, nei negozi di Humana vintage a partire dal mese di dicembre, puoi trovare tute e giacche da sci con un bel assortimento.

Oppure sull’e-shop di Humana potrai scorrere una vasta scelta di indumenti sportivi: giacche a vento, felpe, pantaloni da ciclista, tute, magliette, costumi, pantaloncini e tanto altro.

Altro e-commerce di abbigliamento vintage e di seconda mano dove poter comprare abbigliamento sportivo è Second Chancy. Alla sezione “sport” puoi trovare vari indumenti come felpe, magliette, leggins, pantaloni e pantaloncini.

Senza contare le varie piattaforme dell’usato come Vinted, subito ed eBay dove, oltre all’abbigliamento sportivo di seconda mano, puoi valutare l’acquisto anche di equipaggiamenti e accessori vari.

Insomma, con un po’ di ricerca, puoi trovare quello che ti serve, o almeno una parte, senza spendere troppo.

Comprare usato conviene sempre

Insomma, acquistare usato, che sia attrezzatura o abbigliamento sportivo, è sempre un grande affare: risparmi tu e rimetti in circolazione qualcosa che è ancora in ottime condizioni prolungandone l’utilizzo.

Prima di comprare qualcosa di nuovo, pensa all’usato che, comunque, per te è sempre nuovo, visto che non lo hai mai indossato o utilizzato. Tieni conto poi che l’abbigliamento sportivo fa ampio ricorso di fibre sintetiche, con tutte le problematiche che comportano a partire dal rilascio delle fibre di plastica.

Considera, poi, che in alcuni casi parliamo di indumenti tecnici e attrezzature utilizzate per pochi giorni all’anno, acquistarli nuovi, sarebbe un vero spreco di soldi e soprattutto di risorse naturali e materie prime.

Comunque, spero che il noleggio prenda piede anche nell’abbigliamento tecnico sportivo.

Foto di Tobias Bjørkli

0 Shares:
Leggi anche
Leggi tutto

Quanta acqua si consuma per produrre vestiti?

L'abbigliamento consuma 62 miliardi di metri cubi di acqua all'anno. Un quantitativo abnorme utilizzato per produrre vestiti che spesso nemmeno ci servono. Consigli per risparmiare acqua negli acquisti e nell'uso dell'abbigliamento.