È sorprendente la quantità di negozi di abbigliamento vintage e second hand che offre Bruxelles. Non si fa fatica a trovarli, basta passeggiare nel centro cittadino, lungo le vie che gravitano intorno alla Grand Place.

Così, mentre ammiravo le bellezze architettoniche e respiravo l’atmosfera vivace e cosmopolita di questa città, non potevo non notare come vestire vintage e usato fosse davvero a portata di mano, con un’ampia varietà di scelta e per tutte le tasche.

Bruxelles merita certamente una visita, e magari può esserti utile aggiungere al tuo itinerario alcuni negozi vintage e dell’usato che ho incontrato per caso girando per il centro. Oltre a quelli che ti dirò ce ne sono molti di più.

A due passi dalla Grand Place

Les Petits Riens

È il primo negozio di abbigliamento di seconda mano che ho incontrato mentre camminavo verso la Grand Place. Dall’esterno non sembrerebbe, ma si sviluppa su tre piani ed è molto ben fornito. Accessori, borse, scarpe, jeans, camicie, insomma è possibile trovare abbigliamento di seconda mano per qualsiasi occasione.

I prezzi sono ottimi, come puoi notare dalla camicia che ho acquistato a 6 euro ed è come nuova. Unico neo non ha l’etichetta di composizione del tessuto e quindi mancano le indicazioni di cura. Purtroppo, l’etichetta è stata tagliata dal precedente proprietario.

Questo mi dà l’occasione per ricordare che le etichette non vanno tagliate: un capo di abbigliamento che scartiamo può essere scelto da altre persone. Sapere di quale materiale è fatto è una informazione importante.

Comunque, soldi ben spesi, anche perché, come mi hanno spiegato, Les Petits Riens è una associazione che con la vendita di abbigliamento usato finanzia diverse attività contro la povertà e per l’inclusione sociale di persone in difficoltà in Belgio.

Si tratta, ad esempio, di corsi di formazione professionale, case di accoglienza, alloggi. Un impegno che l’associazione porta avanti dal 1937.

Dove si trova? Rue des Fripiers 11. Gli altri punti vendita a Bruxelles, e in altre città del Belgio, puoi trovarli sul sito Les Petits Riens.

Melting Pot Kilo

Un’altra sorpresa è stata il grande punto vendita di Melting Pot Kilo, proprio vicino alla Borsa di Bruxelles, in pieno centro. Si tratta di una catena di abbigliamento vintage con un altro punto vendita sempre a Bruxelles e uno ad Anversa. Qui gli acquisti si fanno al chilo, per la precisione 18 euro al kg, almeno nei giorni in cui mi trovavo a Bruxelles.

In negozio sono disponibili delle bilance così da poter pesare quello che hai scelto e sapere, prima di recarti alla cassa, quanto andrai a spendere.

Dove si trova? Rue des Poissonniers 2. Gli altri punti vendita li trovi su Melting Pot Kilo.

City Store Vintage

Anche questo negozio merita una visita. Propone un bel ventaglio di capi vintage, di tutte le marche e anche griffati.

iL CITY STORE VINTAGE OFFRE UN AMPIO ASSORTIMENTO DI ABBIGLIAMENTO, SCARPE E ACCESSORI.

Troverai un’ampia scelta di scarpe, stivali, sneakers, capi in denim, giacche in pelle e accessori. Gli stili vanno dal classico ai più originali.

Dove si trova? Bd Anspach 103. Altre informazioni sul sito di City Store Vintage.

Oxfam Vintage Solidarité

Una bella vetrina con una accurata selezione e abbinamenti di capi e accessori vintage. Mi riferisco al charity shop di Oxfam Vintage Solidarité nel vivace quartiere di Santa Caterina. Peccato che durante il mio breve soggiorno a Bruxelles fosse chiuso per ferie.

Ad ogni modo, Oxfam è un movimento globale di persone che combattono le disuguaglianze per porre fine alla povertà e all’ingiustizia. Tra le forme di finanziamento delle sue attività in Belgio e nel mondo, ci sono i negozi di rivendita di abbigliamento usato e vintage.

Oxfam è anche artefice della campagna #SecondHandSeptember, un invito a riflettere sui comportamenti di acquisto in fatto di moda e provare a cambiare abitudini, puntando sull’abbigliamento usato invece che sul nuovo. Quindi, se vuoi scoprire il bello di vestire vintage o capi di seconda mano, settembre è un mese propizio per incominciare.

Dove si trova? Rue de Fiandre 88-90. Atri punti vendita li trovi sul sito di Oxfam Belgio.

Il Mercato Vintage di Bruxelles

A Bruxelles c’è anche il Mercato vintage più grande del Belgio. Si tratta del Vintage Market che si tiene ogni prima domenica del mese. Oltre a capi di abbigliamento vintage, scarpe e accessori, puoi trovare articoli per la casa, vinili e oggettistica varia.

L’ingresso è gratuito, ma se vuoi entrare prima dell’apertura ufficiale puoi acquistare un pass vip per fare i tuoi acquisti con più calma e attenzione. Il pass include anche la colazione.

Purtroppo, il mio soggiorno a Bruxelles non coincideva con il Vintage Market, ma la segnalazione è d’obbligo.

Dove si trova? Rue de Ligne 8. Per tutte le info: Brusselles Vintage Market.

Oltre Bruxelles: tappe vintage a Bruges, Dinant, Anversa…

I negozi di abbigliamento vintage e di seconda mano sono diffusi in molte città del Belgio, incluse nelle principali mete turistiche.

Nella famosa Bruges ci sono due grandi punti vendita di Eu Fraat Fashion (a Hoogstraat 43 e Geldmuntstraat 15) che propone sia abbigliamento di seconda mano che vintage.

A Bruges trovi anche il vintage della catena di abbigliamento Think Twice presente anche a Gend, Anversa, Hasselt, oltre che a Bruxelles. Sempre ad Anversa, come ti ho anticipato, c’è Melting Pot Kilo.

Se vai in visita a Dinant (meta meno turistica, ma da non perdere), in Rue Grande 149 c’è Oxfam.

Conclusioni finali

Insomma, in Belgio vestire usato o vintage è una scelta possibile, non devi impazzire per cercare un negozio. Sarebbe bello se fosse così ovunque. Anche in Italia.

Con l’obbligo della raccolta differenziata del tessile usato, in vigore nel nostro Paese dal 2022 (in anticipo sul 2025 fissato dall’Ue), ma non ancora a regime, immagino che ci sarà una maggiore diffusione di negozi di abbigliamento usato e vintage.

Intanto, Humana Vintage sta espandendo i suoi punti vendita. Mi pare un buon segno.

Foto scattate da me e dai miei compagni di viaggio.

 

0 Shares:
Leggi anche
Leggi tutto

Quanta acqua si consuma per produrre vestiti?

L'abbigliamento consuma 62 miliardi di metri cubi di acqua all'anno. Un quantitativo abnorme utilizzato per produrre vestiti che spesso nemmeno ci servono. Consigli per risparmiare acqua negli acquisti e nell'uso dell'abbigliamento.
Leggi tutto

Come riutilizzare la pelliccia ereditata senza sensi di colpa

Hai una pelliccia ereditata? Ora c'è l'etichetta Fur of Love che ne attesta l'origine vintage. Puoi recuperare la tua vecchia pelliccia in vari modi: rimetterla a modello, trasformarla in altri capi e accessori o venderla.